Cloud Nothings – Attack on Memory (Carpark)

Come ogni nuovo progetto spinto vigorosamente da Pitchfork, anche per questo ragazzo dell’Ohio ho dovuto vincere un certo pregiudizio negativo. La resistenza è durata in questo caso il tempo di tre brani, vale a dire il tempo di riconoscere in questo album tutto quello che ho amato di certi anni ’90. Dylan Baldi è cresciuto a Fugazi, Slint, tanto post-hardcore e tanto emo della prima ora. “Un po’ come me”, potrei aggiungere, se non fosse che il giovane di Cleveland ha sì e no passato la ventina. In ogni caso la lezione è stata imparata bene, il suono metabolizzato a dovere (ci mette lo zampino pure Steve Albini) e il risultato è portentoso.
Su di me, non posso negarlo, incide molto il fattore nostalgia, ma non dubito che il valore di Attack on Memory sia capace di rendere di nuovo attuali questi suoni, e questa passione di nuovo contemporanea. Vi lascio giudicare col primo video: “No Future/No Past” (un titolo che fa il paio con quello dell’album). Prendetevi però il tempo di ascoltare tutta la raccolta prima di dare un giudizio: i brani sono molto diversi l’uno dall’altro.

Cloud Nothings – “No Future / No Past” Official Video from Urban Outfitters on Vimeo.

One thought on “Cloud Nothings – Attack on Memory (Carpark)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s