The Flaming Lips – The Flaming Lips and Heady Fwends (Warner Bros.)

The Flaming Lips and Heady FwendsOk, è vero, è appena uscito e l’ho ancora sentito poco. Se dovessi fare però una valutazione approssimativa, così, al primo ascolto, dovrei confessare che questa nuova fatica dei Flaming Lips è abbastanza deludente. La parata di ospiti (veramente notevole per qualità e notorietà, ma più spesso anche per “distanza” musicale e ideale da loro) ha l’effetto collaterale di rendere The Flaming Lips and Heady Fwends un po’ dispersivo e di dargli quel fastidioso tono da divertissement senza grande spessore che è l’ultima cosa che ti aspetteresti dalla band di Wayne Coyne. Anzi, a volte il “grosso nome” o quello che non ti aspetti non fa che aumentare curiosità e aspettative che poi si rivelano del tutto inadeguate. Nick Cave con i Flaming dovrebbe dar vita a qualcosa di memorabile, per intenderci, non a quella mezza fetecchia lì. Concedo che la ricorrenza del RSD si presti particolarmente al cazzeggio e all’improvvisazione, però… Insomma, la mia impressione è che gli ineffabili Lips da un po’ di tempo facciano dischi per divertirsi e non perché abbiano ancora qualcosa da dire. Non gliene faccio una colpa, per carità, del resto hanno detto e dato talmente tanto che va bene anche così. Mi è difficile tuttavia abituarmi all’idea di averli persi perché, in realtà, avrei una voglia matta di un disco dei Flaming Lips. Uno vero.

4 thoughts on “The Flaming Lips – The Flaming Lips and Heady Fwends (Warner Bros.)

  1. Il pezzo non mi dispiace, è come una corsa giù per una discesa e si rimane senza fiato! Poi il video mi dà molto, veramente bello!!

  2. Sì il pezzo è meritevole. Ci anche sono altri momenti buoni nel corso dell’album… ma questo mi pare il minimo che ci si possa attendere da loro. Dai Flaming pretendo di più!

  3. Gigi molto precise ed azzeccate le tue recensioni.. un piccolo suggerimento: perchè non ci metti, come i veri, un voto finale complessivo ? ( così quelli come mè, alle prime armi, si orientano meglio ) Complimenti!

  4. Caro Andrea la questione dei voti è molto spinosa e dibattuta, tant’è che recentemente anche Blow Up ha deciso di farne a meno. Devo dire che anch’io quando li devo decidere per Rumore spesso mi sento un po’ a disagio. Diciamo che le brevi righe che qui dedico a un singolo disco non giustificano forse il termine “recensione” e anche per questo preferisco lasciar perdere il voto. Per quello c’è sempre l’inaggirabile Pitchfork (che parla benissimo di questo disco dei Flaming Lips, tra l’altro) o il maestro Scaruffi. Io, per il momento, soprassiedo. Grazie per la fiducia, in ogni caso.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s