Puntata #58!

Mount Kimbie - Cold Spring Fault Less YouthMentre in casa Warp i riflettori sono (giustamente) puntati sul ritorno dei Boards Of Canada, i Mount Kimbie hanno fatto uscire il seguito del fortunato Crooks & Love (2010). All’epoca i due giovani inglesi mi sembravano gli interpreti più credibili di un approccio che sapesse utilizzare stilemi e suggestioni dubstep in una chiave più leggera e solare, diciamo pure “pop”, se volete. Il nuovo Cold Spring Fault Less Youth in realtà si è spinto oltre ed è una bella sorpresa, soprattutto perché dà l’impressione di essere frutto di una libertà espressiva totale e senza calcoli. Vi si trova dentro un po’ di tutto, dall’r’nb all’idm, passando inevitabilmente attraverso il dubstep, dosato con grande equilibrio e gusto. Alla fine, non capisco bene perché, il tutto finisce a volte per suonare molto trip-hop.
I due brani cantati da King Krule sono da brividi, ma io ormai sono totalmente posseduto dalla voce sgraziata di questo ragazzetto lentigginoso.

Mount Kimbie – “You Took Your Time (ft. King Krule)”

Playlist martedì 4 giugno 2013

Mount Kimbie Cold Spring Fault Less Youth (Warp)
“You Took Your Time (ft. King Krule)”
Tuung Turbines (Full Time Hobby)
“So Far From Here” [free download]
Kisses Kids In L.A. (Splendour)
“The Hardest Part”
Appaloosa VV. AA. After Dark 2 (Italians Do It Better)
“Fill The Blanks”
Foxygen No Destruction b/w Where’s The Money? (Jagjaguwar)
“Where’s The Money”
Fuzz Sleigh Ride b/w You Won’t See Me (In The Red)
“Sleigh Ride”
Mikhael Paskalev What’s Life Without Losers (Universal)
“I Spy”
Case Studies This is Another Life (Sacred Bones)
“Driving East, And Through Her”
The Pastels Slow Summits (Domino)
“Check My Heart”

Advertisements

Puntata #40!

Yo La Tengo - FadeLasciamo un momento da parte il nuovo Foxygen (su cui sto per tornare con un post ad hoc) e concentriamo l’attenzione sul nuovo album di Yo La Tengo. La band di Hoboken continua ad inanellare degli album superlativi, piccoli capolavori di leggerezza e compiaciuta malinconia, sempre diversi eppure sempre così fedeli ad un suono spesso in bilico tra l’acustico e il distorto. Fade si gioca ancora una volta su equilibri impossibili, tra l’utilizzo delle distorsioni di cui restano maestri (poca importa che si facciano più discrete), le orchestrazioni che accompagnano le canzoni senza prenderne il sopravvento, e le parti cantate che sussurrano melodie così perfette che meriterebbero di essere urlate. Nella versione deluxe della copia in vinile, Fade si presenta con un 7″ che contiene una cover dei loro discepoli Times New Viking ed un’altra, più interessante, della hit del loro maestro Todd Rundgren “I Saw The Light”. Quel che si chiama una chicca.

Playlist martedì 29 gennaio 2013

Foxygen – We Are The 21st Century Ambassadors of Peace & Magic (Jagjaguwar)
“On Blue Mountain”
Christopher Owens Lysandre (Fat_Possum)
“Here We Go”
Phosphorescent Muchacho (Dead Oceans)
“Song For Zula”
Parquet Courts Light Up Gold (What’s Your Rupture?)
“Master of My Craft”
California X s/t (Don Giovanni)
“Pond Rot”
Javelin Hi Beams (Luaka Bop)
“Nnormal”
Kendrick Lamargood kid, m.A.A.d. city (Interscope)
“Backseat Freestyle”
Linguaggio MacchinaLinguaggio macchina v.1.1 (autoprodotto) [free download]
“linguaggio macchina 1.1.2”
FaltyDLHardcourage (Ninja Tune)
“Streight & Arrow”
Yo La Tengo Fade (Matador)
“I Saw The Light”

Puntata #6!

Sprawl IISenza dubbio il 12″ degli Arcade Fire è una delle uscite più “inutili” di tutto il RSD, però come potevo rinunciare ad iniziare una puntata con “Ready To Start”? Ho facilmente ceduto alla tentazione e ne approfitto per proporvi anche il video di “Sprawl II” nella versione remix qui sotto, segnalandovi anche la possibilità di sbizzarrirvi sulla versione interattiva (sul sito apposito). Per il resto questo martedì è stata una bella galleria di brani e pubblicazioni di cui in gran parte avevamo già parlato qui ul blog. E direi che anche per quest’anno possiamo archiviare il Record Store Day.

Playlist 24 aprile 2012

Arcade FireSprawl II 12″ (Merge)
“Ready To Start (remix by Damian Taylor & ARcade Fire)”
Beach HouseLazuli 7″ (Bella Union)
“Equal Mind”
Minus The BearYour Private Sky 7″ (Dangerbird)
“Your Private Sky”
M. WardPrimitive Girl 7″ (Bella Union)
“The Twist”
St. VincentKrokodil 7″ (4AD)
“Krokodil”
MastodonFeistodon 7″ (Warner Bros.)
“A Commercial (Feist cover)”
Gene ClarkOne In A Hundred 7″ (Sundazed)
“One In A Hundred”
The Flaming Lips – The Flaming Lips and Heady Fwends (Warner Bros.)
“I Don’t Want You to Die (ft. Chris Martin)”
Rosie Thomas & Sufjan StevensHit & Run vol. 1 7″ (Sing A Long)
“Where Were You”

Chicche: Rosie Thomas and Sufjan Stevens split 7″

Non passerà certo alla storia per avere la copertina più bella di questo Record Store Day 2012, ciò non toglie che questo split 7″ tra Sufjan Stevens e Rosie Thomas è una delle uscite su cui mi sarebbe più piaciuto metter le mani, anche perché il 7″ resta un formato per me insuperato. Nell’impossibilità di recuperarlo, sono andato a cercare di ascoltar qualcosa e ho trovato il pezzo del lato A, che in effetti fa aumentare i miei rimpianti. Un’uscita che certo non sarà essenziale, ma che contribuisce a rendere il RSD quel piccolo-grande evento che è diventato. Ci consoliamo con il titolo – Hit & Run Vol. 1 – che lascia chiaramente intendere che ci sarà un seguito.