Puntata #18!

Why? - Sod In The SeedTra le tante belle canzoni ascoltate questa settimana, c’era veramente l’imbarazzo della scelta dovendone selezionare una da mettere in evidenza su questo post. “Yet Again” è una delle canzoni più belle ascoltate quest’anno e fa crescere ulteriormente le aspettative per il nuovo Grizzly Bear. Discorso che si può fare ugualmente per Animal Collective e la loro eccezionale “Honeycomb”. Quest’autunno ci sarà da divertirci e probabilmente la fine dell’estate sarà accolta con meno rimpianti del consueto. Spero anche grazie a Why?, sulla cui “Sod In The Seed” alla fine è ricaduta la mia scelta, in parte anche per compensare una fresca e ingenerosa stroncatura di Pitchfork.

Playlist martedì 7 agosto 2012

Neil Young & Crazy HorseAmericana (Reprise)
“High Flyin’ Bird”
Bonnie ‘Prince’ BillyNow Here’s My Plan (Drag City)
“I See A Darkness”
The WalkmenHeaven (Bella Union)
“The Witch”
Why?Sod In The Seed ep (Anticon/City Slang)
“Sod In The Seed” [free download!]
DoseoneG is For Deep (Anticon)
“Last Life”
Grizzly BearShields (Warp)
“Yet Again”
Animal CollectiveHoneycomb/Gotham (7″, Domino)
“Honeycomb”
Dirty ProjectorsSwing Lo Magellan (Domino)
“About To Die”
Hot ChipIn Our Heads (Domino)
“Look At Where We Are”
Purity RingShrines (4AD)
“Saltkin”

Why? – “Sod In The Seed”

Puntata #16!

Twin Shadow - ConfessCi pensa anche George Lewis Jr. ad ingrossare le fila dei “dischi belli con copertine brutte” di questo 2012. Dopo il contributo fondamentale di Dirty Projectors e Hospitality, ecco Confess con una copertina che pure Billy Idol (cit.) avrebbe avuto qualche perplessità una trentina di anni fa. In ogni caso Twin Shadow si riconferma con un ottimo album che, per quanto non sia un capolavoro, ha il merito di dimostrare che si può ancora citare gli anni ’80 (ed essere alla moda) con intelligenza. Basta aver qualcosa da dire e saper scrivere canzoni (pare facile detto così…). Per esempio non sono sicuro che sia il caso di altre band di area Brooklyn come DIIV e Violens.
Ieri a Sesto al Reghena ha suonato Perfume Genius. Il ragazzo ci sa fare, si sa, e può contare su almeno una mezza dozzina di brani killer. Tenete d’occhio il calendario di Sexto’nplugged 2012 che ne arrivano delle belle.

Playlist martedì 10 luglio 2012

Dirty ProjectorsSwing Lo Magellan (Domino)
“Gun Has No Trigger”
Delicate StevePositive Force (Luaka Bop)
“Positive Force”
Tame ImpalaLonerism (Modular)
“Apocalypse Dreams” [free download!]
Ariel Pink’s Haunted Graffiti Mature Themes (4AD)
“Only In My Dreams” [free download!]
ViolensTrue (Slumberland)
“All Night Low”
DIIVOshin (Captured Tracks)
“How Long Have You Known”
Twin ShadowConfess (4AD)
“Beg For The Night”
Purity RingShrines (4AD)
“Fineshrine” [free download!]
Perfume GeniusPut Your Back N 2 It (Matador)
“Hood”

Matthew Dear – Beams (Ghostly International)

Matthew Dear - BeamsA quanto pare, l’estate si annuncia caldissima anche sul versante delle nuove pubblicazioni. Per fortuna. Imminente il nuovo Twin Shadow, in odore di santità il prossimo esordio dei Purity Ring, già incensato il nuovo Dirty Projectors, io in realtà mi frego già le mani per questo nuovo album di Matthew Dear in uscita a fine luglio. Se Beams (la copertina è qui a fianco) riuscirà a mantenere quanto promesso da “Her Fantasy”, il singolo che lo ha anticipato, il produttore americano potrebbe aver messo a segno il suo capolavoro. Lo citavamo a proposito del nuovo Liars e, sentendo questo nuovo brano, non stupisce che questo suono al tempo stesso sensuale, alienante, tribale e votato allo scuro possa aver influenzato il trio di NY.

Puntata #12!

Liars - WIXIWProbabilmente riuscirei ad amarli anche se registrassero un disco percuotendo padelle e scatolette di tonno. I Liars continuano a cambiare e continuano a convincere. Il nuovo album accelera sul pedale dell’elettronica, approfondendo un discorso idealmente già cominciato con il precedente Sisterworld. WIXIW è un lavoro solo apparentemente più quieto, meno spigoloso, dove la rotondità dei sintetizzatori resta sempre pronta a trasformarsi in inquietudine e morbosità. Si sentono i Radiohead far capolino qua e là, e viene in mente Matthew Dear nei momenti in cui il ritmo si fa più incalzante e ossessivo (“A Ring On Every Finger” e “Flood To Flood” in particolare). E poi ho un debole per i palindromi…

Playlist 12 giugno 2012

Dent MayDo Things (Paw Tracks)
“Fun”
Rosie ThomasWith Love (Sing-A-Long)
“Where Was I”
The YoungDub Egg (Matador)
“Livin’ Free”
The WalkmenHeaven (Bella Union)
“Heaven”
El-PCancer For Cure (Fat Possum)
“Oh Hail No (Feat. Mr. Motherfucking Exquire And Danny Brown)”
LiarsWIXIW(Mute)
“No. 1 Against The Rush”
Purity RingShrines (4AD)
“Obedear”
Laurel HaloQuarantine (Hyperdub)
“Years”
Iori’s EyesDouble Soul (La Tempesta)
“Something’s Comin’ Over Me”
Damon AlbarnDr. Dee (Parlophone)
“Apple Carts”

Liars – “No. 1 Against The Rush”