Sante Parole: Thao Nguyen

Thao Nguyen I think I’m more effective as an activist if I stay in music, to be honest. Music, the way it reaches people and transcends divisions, is a really effective and powerful forum. You know, the first song on the record is about Valerie Bolden, this woman I visited in state prison. So, instead of talking about how old I was when I first started playing guitar, I could talk about her, and about the California Coalition for Women Prisoners.

Thao Nguyen a tutto campo in questa bella intervista. Il suo nuovo album, We The Common, è da poco stato pubblicato via Ribbon Music. Dedicato a tutte le lettrici.

Thao & The Get Down Stay Down – “We The Common (For Valerie Bolden)”

Christopher Owens – Lysandre (Fat Possum)

Christopher Owens - LysandreSe è vero (come è vero) che Chris Owens ha scritto questo album nel 2009, bisogna riconoscere che questo ragazzo sapeva scrivere canzoni già agli albori della (troppo breve) storia dei Girls. A me i loro dischi hanno sempre richiesto parecchi ascolti per entrarci in sintonia o, meglio, per riuscire a sentirci tutto lo spessore delle composizioni nascosto dietro questa apparenza di leggerezza al limite del frivolo con cui spesso si presentano. L’impressione è la stessa anche per questo esordio solista che, ascoltato con la dovuta attenzione, rivela ancora una volta un autore tra i più ispirati in circolazione. Il tema di Lysandre, che ricorre a più riprese e si inserisce nei diversi contesti melodici quando meno te lo aspetti, è la dimostrazione di quanto questo ragazzo sia capace di giocare con arrangiamenti e melodie. È probabile che in questa nuova carriera solista Chris si stia ancora cercando e debba mettere meglio a fuoco l’obiettivo però, nel complesso, l’accoglienza freddina che salvo qualche eccezione ha ricevuto l’album è tutto sommato ingenerosa.

Christopher Owens – “Here We Go”

Wymond Miles – Under The Pale Moon (Sacred Bones)

Wymond Miles - Under The Pale MoonNon c’è dubbio che a San Francisco sappiano reinterpretare la new wave inglese in maniera molto particolare. A differenza che a NY, ultimamente dalle parti della California sanno cogliere il lato più leggero e psichedelico di quel suono, spesso arrangiandolo egregiamente con suggestioni più garage retrò. È il caso degli splendidi The Fresh & Onlys e adesso anche di questo esordio solista di Wymond Miles, il chitarrista della band. Non è un caso che ascoltando questo Under The Pale Moon vengano in mente Echo & The Bunnymen e Julian Cope, piuttosto che non i soliti Cure e New Order onnipresenti dalle parti di New York. Accostamento che ha la sua ragion d’essere non solo per ciò che riguarda il suono o l’atmosfera generale dei brani, ma anche per l’indubbia sensibilità melodica e pop messa in mostra da Wymond. Ascoltare per credere.

Wymond Miles – “Pale Moon”