Puntata #7!

Omaggio scontato quanto doveroso, la puntata di oggi si è aperta con una canzone dei Beastie Boys che se ne sono andati insieme ad MCA. Smaltita la sbornia di coccodrilli e retrospettive (anche ben fatte), oggi ho voluto dire addio ad un altro pezzo della mia giovinezza che se n’è andato, a vent’anni di distanza da quel disco immenso che fu Check Your Head. Riascoltare “Pass The Mic” (e quell’entrata di basso di MCA!) o rivedere il video di “So What’Cha Want” hanno il potere ancora oggi di farmi rivivere un mondo, di fare rivivere un mondo. Mi rendo conto che pochi gruppi hanno ancora questo potere su di me. Al di là della retorica (inevitabile) di questi giorni, se dovessi spiegare gli anni ’90 ad un giovane, forse partirei proprio dai Beastie Boys.

Playlist 8 maggio 2012

Beastie BoysCheck Your Head (Capitol, 1992)
“Pass The Mic”
Death GripsThe Money Store (Epic)
“I’ve Seen Footage”
THEESatisfactionawE naturalE (Sub Pop)
“Needs”
Schoolboy Q – Habits & Contradictions (Top Dawg)
“There He Go”
A$ap RockyGoldie ep (RCA)
“Goldie”
AUBoth Lights (Leaf/Hometapes)
“Get Alive”
Young MagicMelt (Carpark)
“Slip Time”
Bear In HeavenI Love You, It’s Cool (Dead Oceans)
“Sinful Nature”
Kindness – World, You Need a Change of Mind (Polydor)
“House”
VideodreamsWet Pain (Megaphone) [free download!]
“Quicksandness”

Puntata #5!

Questa settimana siamo tornati su alcuni dischi che avevamo già proposto e su cui valeva la pena soffermarsi un attimo. Non avevamo mai parlato invece di THEESatisfaction (si scrive così) formazione nuova però composta da due facce note. Stasia Irons e Catherine Harris-White sono due collaboratrici di lunga data di Shabazz Palaces (molto lunga, credo, dato che ascoltando alcuni episodi di awE naturalE vengono in mente addirittura i Digable Planets). Il loro esordio su Sub Pop è veramente sensuale e coloratissimo, obliquo e molto ben confezionato. Viene presentato come un album funk-psychedelic feminista sci-fi epics with the warmth and depth of Black Jazz and Sunday morning soul frosted with icy raps… non è esagerato. Buon ritorno anche per Spencer Krug e i suoi Moonface che, abbandonati gli esperimenti a base di synth, si unisce ora ai finlandesi Siinai per innervare il nuovo Heartbreaking Bravery con una consistente dose di progressive-kraut. Il risultato è buono. Ho sempre pensato che “Shitty City” fosse un ottimo pezzo per cominciare una trasmissione radiofonica, qui vi propongo la ottima “Teary Eyes And Bloody Lips”.

Playlist 17 aprile 2012

MoonfaceHeartbreaking Bravery with Siinai (Jagjaguwar, 2012)
“Shitty City”
Sleigh BellsReign Of Terror (Mom & Pop, 2012)
“Born To Lose”
The ShinsPort Of Morrow (Columbia, 2012)
“Simple Song”
Lost In The TreesA Church That Fits Our Needs (Anti, 2012)
“Golden Eyelids”
BowerbirdsThe Clearing (Dead Oceans, 2012)
“In The Yard”
Prinzhorn Dance SchoolClay Class (DFA, 2012)
“I Want You”
THEESatisfaction – awE naturalE (Sub Pop, 2012)
“Sweat”
KetaminesSpaced Out (Southpaw/Mammoth Cave, 2012)
“Teenage Rebellion Time”
Giardini Di MiròGood Luck (Santeria, 2012) [Live!]
“Ride”
Man On WireWest Love (Knifeville/Jestrai, 2012) [Live!]
“West Love”
Porcelain RaftStrange Weekend (Secretly Canadian, 2012)
“Picture”