Puntata #34!

Ringo Deathstarr - MauveLo shoegazing non passerà mai di moda, accettiamolo. Basta ascoltare questo secondo album dei Ringo Deathstarr per convincersene e capirne la ragione: la gioia incontrollata che possono dare pedali e distorsioni è qualcosa a cui anche le future generazioni di musicisti difficilmente rinunceranno. Il gruppo texano recupera quei suoni nella loro versione più rock, tra Isn’t Anything di My Bloody Valentine e Stellar Sonic Solutions degli Starfish (tanto per restare in Texas). Certo, come tutti gli album che pagano un tributo così pesante al passato, anche Mauve sembra destinato ad essere dimenticato in fretta, piace comunque l’allegra cazzonaggine che sprizza ad ogni solco di queste canzoni per altro ben scritte ed arrangiate. Anche il nome della band, tra l’idiota e il geniale, esprime l’attitudine del gruppo.

Playlist martedì 4 dicembre 2012

Jake Buggs/t (Mercury)
“Lightning Bolt”
The Tallest Man On EarthThere’s No Leaving Now (Dead Oceans)
“To Just Grow Away”
Little Annie & Baby DeeState of Grace (Tin Angel)
“State of Grace (ft. Bonnie ‘Prince’ Billy)”
Scott WalkerBish Bosch (4AD)
“Phrasing”
Ringo DeathstarrMauve (Sonic Unyon)
“Drain”
SinkaneMars (DFA)
“Runnin'”
SolangeTrue (Terrible)
“Losing You”
Twin ShadowConfess (4AD)
“Five Seconds”
The Twilight SadNo One Can Ever Know/The Remixes (Fat Cat)
“Sick (Com Truise remix)”
IndiansSomewhere Else (4AD, 2013)
“Calelakers” [Free Download!!]

Advertisements

Puntata #17!

Storm Queen - Let's Make MistakesPlaylist varia come di rado ci permettiamo, con il sorriso sulle labbra e alla facciaccia del numero 17. Il nuovo Passion Pit mi piace a momenti, forse a causa di questo suo essere così carico di colori e allegria. E inoltre mi sembra troppo prodotto. Peccato, perché avevano già dimostrato con l’esordio (Manners, 2009) di saper scrivere ottime canzoni. Morgan Geist non delude mai, invece. L’unico difetto di questa uscita a nome Storm Queen è che si tratta di un singolo… avrei voluto un album intero, chissà che non arrivi. Chi invece torna con un album di lunga durata è Scuola Furano che, vivadio, non ha certo dimenticato come si confeziona un groove. Per quanto riguarda Chain & The Gang, il nome che portiamo ci obbliga a dedicargli un post apposito, cosa che farò quanto prima anche per la mia nuova ossessione del momento: Foxygen.

Playlist martedì 31 luglio 2012

Passion PitGossamer (Columbia)
“I’ll Be Alright”
Storm QueenLets Make Mistakes (Environ)
“Let’s Make Mistakes (Club)”
Scuola Furano108 (Nano)
“Danceteria (ft. Fiorius)”
Twin ShadowConfess (4AD)
“The One”
Chain & The GangIn Cool Blood (K)
“If I Only Had A Brain”
FoxygenTake The Kids Off Broadway (Jagjaguwar)
“Make It Known”
Jeans WilderTotally (Everloving)
“Gravity Bong”
KaribeanAndersen (WWNBB)
“Rainbow Girl”
The MoonLunatics (Shilluti)
“Summer”

Puntata #16!

Twin Shadow - ConfessCi pensa anche George Lewis Jr. ad ingrossare le fila dei “dischi belli con copertine brutte” di questo 2012. Dopo il contributo fondamentale di Dirty Projectors e Hospitality, ecco Confess con una copertina che pure Billy Idol (cit.) avrebbe avuto qualche perplessità una trentina di anni fa. In ogni caso Twin Shadow si riconferma con un ottimo album che, per quanto non sia un capolavoro, ha il merito di dimostrare che si può ancora citare gli anni ’80 (ed essere alla moda) con intelligenza. Basta aver qualcosa da dire e saper scrivere canzoni (pare facile detto così…). Per esempio non sono sicuro che sia il caso di altre band di area Brooklyn come DIIV e Violens.
Ieri a Sesto al Reghena ha suonato Perfume Genius. Il ragazzo ci sa fare, si sa, e può contare su almeno una mezza dozzina di brani killer. Tenete d’occhio il calendario di Sexto’nplugged 2012 che ne arrivano delle belle.

Playlist martedì 10 luglio 2012

Dirty ProjectorsSwing Lo Magellan (Domino)
“Gun Has No Trigger”
Delicate StevePositive Force (Luaka Bop)
“Positive Force”
Tame ImpalaLonerism (Modular)
“Apocalypse Dreams” [free download!]
Ariel Pink’s Haunted Graffiti Mature Themes (4AD)
“Only In My Dreams” [free download!]
ViolensTrue (Slumberland)
“All Night Low”
DIIVOshin (Captured Tracks)
“How Long Have You Known”
Twin ShadowConfess (4AD)
“Beg For The Night”
Purity RingShrines (4AD)
“Fineshrine” [free download!]
Perfume GeniusPut Your Back N 2 It (Matador)
“Hood”

Matthew Dear – Beams (Ghostly International)

Matthew Dear - BeamsA quanto pare, l’estate si annuncia caldissima anche sul versante delle nuove pubblicazioni. Per fortuna. Imminente il nuovo Twin Shadow, in odore di santità il prossimo esordio dei Purity Ring, già incensato il nuovo Dirty Projectors, io in realtà mi frego già le mani per questo nuovo album di Matthew Dear in uscita a fine luglio. Se Beams (la copertina è qui a fianco) riuscirà a mantenere quanto promesso da “Her Fantasy”, il singolo che lo ha anticipato, il produttore americano potrebbe aver messo a segno il suo capolavoro. Lo citavamo a proposito del nuovo Liars e, sentendo questo nuovo brano, non stupisce che questo suono al tempo stesso sensuale, alienante, tribale e votato allo scuro possa aver influenzato il trio di NY.